error
Giulio Paolini incontra Franz Kakfa

Giulio Paolini incontra Franz Kakfa

Quando due grandi s’incontrano è sempre incanto e meraviglia pura. Giulio Paolini incontra Franz Kakfa e lo fa con la copertina del nostro nuovo audiolibro, La metamorfosi. Un’autentica copertina d’artista.
Dopo aver “dialogato” con altri grandi del passato, come Antonio Canova, Italo Calvino, Jorge Luis Borges, Richard Wagner e tanti altri, Paolini rende omaggio a Kafka e al suo capolavoro.
Nelle innumerevoli opere della sua carriera (collages e installazioni, ma anche superbe scenografie teatrali), frequenti sono le citazioni e i tributi ai maestri dell’arte, della musica e della letteratura. Quelli di Paolini non sono mai confronti diretti di chi vuole o deve dimostrare qualcosa. Sono sempre omaggi essenziali e discreti, in punta di piedi.

Giulio Paolini, classe 1940, è tra i più rinomati esponenti dell’arte concettuale in Italia e nel mondo.
Il suo esordio artistico è folgorante. Nel 1960 infatti espone il suo Disegno geometrico, la pura e semplice squadratura di un foglio dipinta su tela. Come per preparare ognuna delle proprie opere a venire, ma anche per rappresentare idealmente tutte le opere esistenti o esistite. Un’immacolata concezione della rappresentazione artistica, per così dire.

Paolini_001

Disegno geometrico (Paolini, 1960)

Da allora, la sua ricerca stilistica si traduce spesso in un sottile gioco di rimandi tra Opera, Spettatore e Autore. Come nel caso della nostra copertina. A chi è rivolto lo sguardo dell’opera? Al suo autore o al suo spettatore? E le differenti versioni di sè, contenute e trattenute dai fogli che incorniciano il volto, segnano la metamorfosi di Gregor Samsa, di Kafka, o la nostra nel momento in cui entriamo nell’opera? E tra tutte quelle versioni possibili, sapremo riconoscere quella che più ci appartiene? Già, perchè come ci racconta Kakfa, può capitare di diventare estranei agli occhi degli altri così come ai propri.
Sono domande che danno qualche vertigine. Sono senza risposta. O al contrario possiamo darne molte. È questa la bellezza e la potenza della riflessione artistica.

P.s. Puoi acquistare l’audiolibro in versione cd qui (o ordinarlo in libreria); oppure scarica l’mp3 direttamente qui. E buon ascolto!

× How can I help you?
www.youhost.eu youhost