E voce sia!

Gli audiolibri si sono fatti largo fra i miei progetti creativi circa cinque anni fa.
Sono un’attrice: voce-corpo-emozioni sono il mio pane quotidiano. Pensavo a un modo per poter raggiungere le persone in uno spazio “altro”, che non fosse solo quello del momento di spettacolo, in cui si condivide un rito al cento per cento.
Mi capitava spesso di leggere ad alta voce brani di libri ad amici e conoscenti, sia di persona sia per telefono, al di fuori della dimensione lavorativa. E lì si è fatta largo l’idea: poteva essere la sola mia voce a viaggiare, a trasportare contenuti e sensazioni, a narrare mondi e luoghi.
A quel tempo l’audiolibro stava cominciando a espandersi al di fuori di un contesto di “sostegno”, essendo nato come aiuto per i non vedenti, oltre che come forma narrativa per i bambini. La gente cominciava a scoprire la bellezza di poter “leggere” un libro guidando, passeggiando, andando in autobus o rilassandosi a casa.
Ci è voluto il giusto tempo per arrivare alla realizzazione di questo sogno. Alcuni anni che sono serviti per consolidare il progetto, osservare il mercato, trovare i partners giusti. Nel frattempo, sempre più spesso, spettatori, colleghi, amici, continuavano a lanciarmi messaggi nella stessa direzione (pur senza essere a conoscenza del mio sogno): “Ma perché non fai degli audiolibri? Sarebbe splendido!”
E visto che credo fermamente che la vita invii messaggi mai casuali quando devi costruire davvero qualcosa, ecco che un pezzo dopo l’altro siamo arrivati a oggi.
Con me ci sono Wamajo Studio (e l’insostituibile fonico e musicista Alessandro Manassero) e la pagina Libri da ascoltare, che rappresentano tutto l’apparato di produzione di queste “creature di suono”. E poi c’è Voce in capitolo, il progetto editoriale ambizioso ed entusiasta mio e di Rossana.
Oggi, a pochi giorni dal Natale 2016, esce il nostro primo audiolibro, Favolè. Sei fiabe fra le più amate della tradizione, dai fratelli Grimm a Perrault ad Andersen. Sì, siamo partite dai bambini, perché i bambini sono portatori naturali di quella Bellezza in cui crediamo tanto. Ma ci saranno audiolibri per tutte le età e per tutti i gusti. Fra poco si aggiungerà l’amatissimo “Piccolo Principe”, che davvero è un’opera per bambini da 0 a 99 anni!
Abbiamo deciso di produrli sia in formato MP3 che in formato CD, per soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più vasto e variegato. I cd hanno bellissime copertine da colorare, i cui disegni sono realizzati da Burabacio, illustratrice sognante che ha saputo cogliere alla perfezione lo spirito di questo progetto. Le illustrazioni di copertina degli audiolibri possono anche essere scaricate in formato pdf, stampate comodamente a casa e utilizzate per una rilassante esperienza di “ascolto&coloro”.
Per il 2017 abbiamo già “in cottura” svariati titoli… le idee fioriscono di giorno in giorno!
Mi piace pensare all’audiolibro come a una forma di spettacolo intimo e raccolto, in cui interprete e spettatore si connettono sul filo delle onde sonore, di vibrazioni capaci di parlare a strati molto profondi del nostro essere. Pensate alla potenza delle ninne nanne o delle favole narrateci da piccoli… Si sono fissate nel nostro ricordo indelebilmente e la memoria ce ne restituisce il fascino non appena riemergono da qualche cassetto della mente.
La voce è un veicolo emozionale primordiale, istintivo, affascinante. Attraverso di essa si spazia, si immagina, si plasma, si conosce. Ogni audiolettore raggiungerà destinazioni uniche e irripetibili.
Dunque, buon viaggio a tutti! [VV]

www.youhost.eu youhost